salta il menù di navigazione  Home Page 
Foto che rappresenta una ragazzina su un prato che guarda verso il sole e sullo sfondo un grande albero
Distretto di San Daniele

cartina
Comuni del comprensorio distrettuale
Buja, Colloredo di Montalbano, Coseano, Dignano, Fagagna, Flaibano, Forgaria del Friuli, Majano, Moruzzo, Ragogna, Rive d’Arcano, San Daniele, San Vito di Fagagna, Treppo Grande.

ambito

Ambito 4.1 S. Daniele Piano di Zona 2013-2015

d

Informazioni:Tel. 0432 9491
dal lunedì al venerdì  dalle ore 09.00 alle ore 12.00

 

Direzione distrettuale

Dov'è?
La Direzione del Distretto si trova a San Daniele in Viale Trento Trieste, 2.
Tel. 0432 949506
Fax: 0432 949579
e-mail: dist.sdan@mediofriuli.it
Direttore: dr. Massimo Sigon
Responsabile infermieristico: Daniela Bel
Responsabile amministrativo:  dr. Stefano Bergagna

Il Distretto di San Daniele comprende:
il Centro Territoriale di Buia, sito in via Vidiset n. 2 – Ursinis Piccolo
Tel. 0432 968911
il Centro Territoriale di Fagagna, sito in via Dei Colli, 64 Tel. 0432 812352
il Centro Territoriale di Coseano, sito in via Dell’Agricoltura n. 1
Tel. 0432 863511

 

Servizi erogati dal Distretto Sanitario di San Daniele

indietro
 

AREA ADULTI ANZIANI E CURE PRIMARIE

Referente

Direttore del Distretto: Dr. Massimo Sigon

Cos’è?

L’Area adulti, anziani e cure primarie è una articolazione organizzativa del distretto che si occupa della salute delle persone adulte ed anziane attraverso interventi di promozione della salute, diagnosi, cura, assistenza e riabilitazione.

Cosa fa?

Assicura, attraverso la rete dei servizi e degli operatori, la risposta ai bisogni sanitari mediante la presa in carico dei casi e l’erogazione di prestazioni.
Le attività di cura, assistenza e riabilitazione vengono erogate a livello ambulatoriale, domiciliare ed in residenza sanitaria assistenziale. I servizi offerti sono: servizi infermieristici ambulatoriali, domiciliari, di comunità, servizi riabilitativi ambulatoriali e domiciliari, attività  di ricovero in R.S.A., attività di accoglienza ed informazione.

L’Area adulti anziani e cure primarie si articola in:

torna suinizio pagina
 

Servizio infermieristico domiciliare (S.I.D.)

Referente

Responsabile medico: Dr Busettini Graziano
Responsabile infermieristica: Venturini Enrica

Cos’è?

E’ un servizio che garantisce interventi infermieristici a domicilio.
E’ rivolto a persone che hanno necessità di assistenza infermieristica e che, per malattie acute o croniche,  non sono in grado di raggiungere le sedi ambulatoriali. Nei casi semplici la prestazione viene erogata previa richiesta del medico di medicina generale che è responsabile della gestione dell’assistito. Nei casi complessi viene attivata l’Unità di Valutazione Distrettuale (U.V.D.) che stabilisce il piano di assistenza personalizzato.

Cosa fa?

Eroga le seguenti prestazioni:

  • visite domiciliari per la presa in carico del paziente;
  • prelievi ematici;
  • medicazioni, terapie iniettive ed infusive, rimozione o sostituzione di cateteri vescicali;
  • addestramento all’utilizzo di presidi e strumenti alla persona assistita e ai suoi familiari;
  • prevenzione delle complicanze da allettamento;
  • educazione alla salute ai pazienti e ai loro familiari;

Sportello Infermieristico riceve:

  • le richieste per appuntamento prelievi domiciliari, le segnalazioni dall’ospedale e dal territorio per l’attivazione degli interventi infermieristici e fisioterapici,
  • richieste per presidi vari,
  • avvio pratica per la fornitura di farmaci speciali e AFIR

Il Servizio Infermieristico domiciliare assicura la presa in carico del paziente oncologico in collaborazione con la SOC di Anestesia e la SOS Oncologia del Dipartimento Medico dell’Ospedale di San Daniele del Friuli.

Dove si trova?

Presso la sede del distretto sanitario - piano terra - sportello infermieristico
Tel 0432 949430
Fax 0432 949366
Orario di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 14.00.

Segreteria telefonica (SID): 0432 949359.

Come si accede? 

Il servizio è attivato su segnalazione:

  • del medico di medicina generale e/o pediatra di libera scelta;
  • dei reparti ospedalieri all’atto della dimissione;
  • dei servizi sociali.
torna suinizio pagina
 

Infermiere di comunità

Cos’è?

E’ un servizio garantito da un infermiere che mantiene uno stretto contatto con la comunità in cui opera (uno o più Comuni) ed assicura l’assistenza infermieristica ambulatoriale e domiciliare in collaborazione con il medico di medicina generale, l’assistente sociale, gli assistenti domiciliari, il fisioterapista, il medico specialista, il volontariato e altri operatori sanitari e sociali presenti sul territorio.
Nel distretto sanitario di San Daniele gli Infermieri di Comunità  sono presenti a Buja, a Fagagna, a Forgaria nel Friuli, a Flaibano frazione  S. Odorico.

Cosa fa?

Assicura principalmente le seguenti prestazioni: medicazioni e rimozioni punti di sutura, terapia iniettiva ( sottocutanea, intramuscolare, endovenosa, infusionale e desensibilizzante), gestione catetere vescicale, educazione alla gestione delle stomie intestinali, renali e vescicali, interventi educativi e di addestramento alla persona assistita e ai suoi familiari, o altri interventi tecnici ed educativi di competenza infermieristica. Collabora con il medico di medicina generale ed i servizi sociali di base per la gestione dei bisogni segnalati.

Dove si trova?

Presso l’ambulatorio del Centro Anziani, Via Grap – Forgaria del Friuli.
Tel. 0427 808145
Orari di apertura al pubblico
Lunedì e Mercoledì: dalle ore  09.00 alle ore 10.00.

Come si accede?

Il servizio dell’Infermiere di comunità può essere attivato:

  • mediante il medico di medicina generale o l’assistente sociale del Comune di residenza;
  • recandosi presso la sede negli orari di apertura al pubblico.
torna suinizio pagina

Punti prelievi periferici

Cosa fa?

garantisce prelievi ematochimici agli utenti

  • in possesso della residenza o del domicilio sanitario nel comune sede del punto prelievi ;
  • utenti ultrasessantacimquenni esenti ticket;
  • utenti in terapia anticoagulante;
  • utenti per monitoraggi clinici ricorrenti per patologia

Come si accede?

Con impegnativa rilasciata dal medico di medicina generale e/o cartellino rosa per gli INR ripetuti e presentando la tessera sanitaria

Dove si trovano?

 

 
torna suinizio pagina
 

Servizio di riabilitazione domiciliare (SRD)

Referente

Fisioterapista coordinatore: Silvia Guadagnini.

Cos’è?

E’ un servizio che garantisce interventi riabilitativi a domicilio al fine di consentire alla persona il recupero o il mantenimento dell’autonomia motoria. E’ rivolto a persone che,  a seguito di eventi acuti o gravi patologie cronico degenerative (esiti recenti di malattie neurologiche e/o ortopediche), hanno necessità di riabilitazione funzionale ma che si trovano in condizioni di intrasportabilità a causa delle gravi condizioni di disabilità o presenza di barriere architettoniche abitative.

Cosa fa?

  • Interventi domiciliari per l’attuazione del programma riabilitativo secondo modalità e tempi stabiliti dal medico specialista fisiatra;
  • valutazioni degli ausili tecnici (carrozzine/deambulatori) necessari e addestramento del paziente e della famiglia all’utilizzo degli stessi;
  • valutazioni dell’ambiente e del domicilio per individuazione e superamento delle barriere architettoniche.

Dove si trova?

Presso la sede del distretto sanitario - piano terra - sportello infermieristico
Tel. 0432 949430
Fax 0432 949366;
Dal lunedì al venerdì dalle ore 13.00 alle ore 15.00
Segreteria telefonica SRD tel. 0432 949480

Come si accede?

Il servizio è attivato su richiesta:

  • del medico curante o dello specialista fisiatra;
  • dei reparti ospedalieri all’atto della dimissione;

Qualora all’utente in regime di ricovero ospedaliero vengano prescritti trattamenti riabilitativi a domicilio o ausili non è necessario presentare l’impegnativa del medico di medicina generale, in quanto tali necessità saranno segnalate dal reparto ospedaliero

torna suinizio pagina
 

Residenza sanitaria assistenziale (RSA)

Referente

Infermiere coordinatore: Daniela Bel

Cos’è?

La Residenza Sanitaria Assistenziale (R.S.A.) è una struttura residenziale sanitaria del distretto destinata a fornire assistenza continuativa ad elevato contenuto sanitario ed a prevalente indirizzo riabilitativo in regime di ricovero.

La RSA è rivolta a soggetti anziani e non, temporaneamente e/o stabilmente non autosufficienti, esclusi i minori.
In conformità a quanto stabilito dalla normativa regionale (DGR n. 1487/2000) la RSA risponde essenzialmente alle seguenti tipologie di ospiti:

  • utenti che necessitano di continuità di cure e che presentano problemi fisici (es: ortopedici, neurologici, polipatologici, broncopneumopaticì, cardiologici, ..);
  • utenti con prevalenti problemi sociali necessitanti di funzioni di “sollievo” per i familiari e/o utenti inseriti in contesto socio-ambientale temporaneamente compromesso e/o in attesa di altro servizio per problemi sociali; pazienti in attesa di altro servizio per problemi socio-sanitari;
  • utenti con prevalenti problemi globali: es. pazienti in fase terminale, pazienti che necessitano di assistenza sanitaria ad alta intensità non ospedaliera.

Cosa fa?

La riabilitazione fisica e/o psicofisica, assicurando continuità riabilitativa tra ospedale e territorio e tra servizi distrettuali;

  • la continuità di cura;
  • l’assistenza ai soggetti affetti da polipatologia con compromissione dell’autosufficienza;
  • il sostegno socio-ambientale temporaneo;
  • l’assistenza a pazienti in fase terminale e/o pazienti con necessità di assistenza sanitaria ad alta intensità non ospedaliera.

Dove si trova?

Presso la Casa di Riposo per persone non autosufficienti - area contigua all’Ospedale di San Daniele   Via Dalmazia 33 – San Daniele
Segreteria
Tel. 0432 969002
Fax 0432 969020
Orario di apertura al pubblico
lunedì-mercoledì-venerdì dalle ore 08.30 alle ore 15.30;
martedì e giovedì  dalle ore 09.00 alle ore 14.00 e dalle  14.30 alle 17.00.

Tel degenze 0432 969065
Orario visite ai degenti
tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00

Come si accede?

L’accesso e la durata del ricovero in R.S.A. vengono stabiliti dall’Unità di Valutazione Distrettuale a seguito di una richiesta che proviene:

  • dal reparto ospedaliero ove il paziente è ricoverato nel caso in cui si preveda una continuità terapeutico riabilitativa finalizzata al recupero della massima autonomia possibile e al rientro al proprio domicilio;
  • dal medico di medicina generale, dal servizio sociale dei Comuni, da altro servizio territoriale.

La durata del ricovero viene stabilita dall’Unità di Valutazione Distrettuale in relazione agli obiettivi previsti nel piano individualizzato di assistenza formulato all’ingresso. Eventuali proroghe alla degenza sono previste solo per motivi di natura sanitaria che non possono essere affrontati al domicilio del paziente.

 

torna suinizio pagina
 

Residenza per persone non autosufficienti di San Daniele del Fr. (Casa di riposo per non autosufficienti)

Referente

Direttore del distretto: Dr. Massimo Sigon
Coordinatore infermieristico: Daniela Bel

Cos’è?

La Residenza per persone non autosufficienti di San Daniele del Friuli è gestita dall’A.S.S. 4 “Medio Friuli”,  tramite il Distretto Sanitario, su delega del Comune di San Daniele del Friuli, in forza dell’Atto di delega per la gestione dei Servizi sociali dell’Ambito distrettuale di San Daniele del Friuli.
La capacità ricettiva complessiva residenziale è di 170 posti letto di cui 146 dedicati alla Casa di Riposo e 24 dedicati a funzioni di RSA.
I posti letto sono suddivisi nei due piani di degenza ed articolati in sei nuclei abitativi: nuclei A/B/C (86 posti) sono collocati al primo piano e si rivolgono a persone con maggiore autonomia;  i nuclei D/E (60 posti) sono collocati al secondo piano e si rivolgono a persone in condizione di grave non autosufficienza.

Cosa fa?

La Residenza garantisce assistenza sanitaria e socio-assistenziale a:

  • persone di età maggiore o uguale a 65 anni in condizione di non autosufficienza per le quali sia stata accertata l'impossibilità di permanere nel proprio ambito familiare o di fruire di interventi e servizi alternativi;
  • persone di età inferiori a 65 anni non autosufficienti le cui condizioni psicofisiche siano assimilabili a quelle geriatriche e qualora non vi siano sul territorio risorse residenziali più idonee.

Tutti gli operatori presenti in Residenza operano in integrazione, al fine di valutare con professionalità ed efficienza i bisogni e le potenzialità di ogni singolo ospite, in rapporto al loro grado di non autosufficienza.

All’interno della Residenza è assicurata:

  • la presenza di un medico che garantisce agli ospiti assistenza, avvalendosi anche, al bisogno, di consulenze specialistiche. Vista la vicinanza con l’ospedale di rete, la residenza può avvalersi del personale medico di pronto soccorso in caso di necessità;
  • assistenza infermieristica e socio –assistenziale sulle 24 ore ;
  • un servizio riabilitativo, finalizzato al recupero ed alla rieducazione funzionale o al mantenimento della condizione raggiunta, in base alle indicazioni dello specialista di riferimento. In tal senso, al piano terra vi è una palestra, nella quale operano i fisioterapisti;
  • attività di animazione, di socializzazione, di prevenzione e recupero del decadimento psico – fisico degli ospiti, nonché attività finalizzate al mantenimento dei loro interessi specifici;
  • la presenza di un’assistente sociale, che offre prestazioni di sportello informativo per gli ospiti ed i familiari, nonché consulenza, accompagnamento e sostegno all’ospite nel passaggio al nuovo contesto di vita.

Servizi ausiliari garantiti sono:  lavanderia, barberia,  parrucchiera e  pedicure.

Servizi religiosi:
All’interno della residenza, per gli ospiti di religione cattolica, vi è una cappella, a libero utilizzo degli ospiti.
Viene rispettata l’appartenenza confessionale di ciascun ospite, pertanto la residenza, su richiesta degli ospiti, assume le opportune intese con le autorità religiose delle singole confessioni.

Dove si trova?

Ubicata in Via Dalmazia, 33 – San Daniele - area contigua all’ospedale di San Daniele.
Segreteria
Tel.0432 969002
Orario di apertura al pubblico
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00  alle ore 14.30.

Degenze
Tel. 0432 969011.
Orario visite agli ospiti della Casa di Riposo
tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 21.00.

Come si accede?

L’ammissione dell’ospite è subordinata alla presentazione di una domanda compilata su apposito stampato, inoltrata al Direttore del Distretto sanitario per il tramite del Servizio Sociale dei Comuni. Il Servizio Sociale dei Comuni guida ed accompagna le famiglie e l’utente, previa valutazione sia della sua condizione socio-assistenziale ed ambientale, nonché del suo progetto di vita. Tale istanza potrà essere firmata dall’interessato o, in caso di suo impedimento, da un familiare o parente, o dal legale rappresentante.

L’esame e la valutazione della domanda di accoglimento, l’indicazione dei percorsi assistenziali sono effettuati dall’Unità di Valutazione Distrettuale (UVD) da parte del distretto sanitario di competenza per territorio.

L’ospite ed il suoi familiari o legali rappresentanti potranno decidere in qualsiasi momento di interrompere la permanenza presso la residenza, presentando al Servizio Amministrativo esplicita domanda scritta in tal senso con un preavviso di almeno otto giorni.
La richiesta verrà sottoposta all’Unità di Valutazione Distrettuale per la formulazione di un programma di dimissione protetta.

torna suinizio pagina
 

AREA MATERNO INFANTILE  e dell'ETÀ EVOLUTIVA / DISABILITÀ

Referente

Responsabile psicologo: Dr.ssa Inga Taboga

Cos’è?

E’ una delle articolazioni operative del Distretto sanitario che comprende:

  • il Consultorio familiare
  • l’Equipe Multidisciplinare Territoriale per l’età evolutiva / disabilità

Cosa fa?

E’ un Servizio che svolge attività di promozione della salute, di prevenzione e di interventi terapeutici-riabilitativi volti a sostenere lo sviluppo nelle principali tappe evolutive e a migliorare le condizioni di vita dell’infanzia, dell’adolescenza, della donna, dell’uomo, della famiglia e delle persone in condizione di disabilità, garantendo laddove necessario mediazione culturale e interpretariato.
Garantisce inoltre la valutazione e sostegno alla genitorialità e ai minori su segnalazione o richiesta della autorità giudiziaria (Tribunale per i Minorenni e/o Tribunale Ordinario).

torna suinizio pagina
 

ConsultorioFamiliare

Referente

Responsabile Psicologo: Dr Gianni Zamparutti

Cos’è?

Il Consultorio familiare è un’articolazione operativa distrettuale destinata alla tutela della salute fisica, psichica e sociale della donna, della coppia, della famiglia, dei minori e degli adolescenti.
Il modello istituzionale ed organizzativo dei servizi consultoriali si caratterizza per la multidisciplinarità del gruppo di lavoro e per l'integrazione tra attività sanitarie e psico-sociali.
Nel Consultorio familiare opera un’équipe formata da diverse figure professionali: ginecologo, ostetrica, assistente sanitaria, pediatra, psicologo, assistente sociale.

Cosa fa?

Il Consultorio familiare garantisce:

  • consulenza specialistica ambulatoriale ostetrico-ginecologica.
  • assistenza alla gravidanza (corsi pre- e post-parto) e al puerperio (corsi di massaggio al bambino);
  • educazione alla sessualità e alla procreazione responsabile (contraccezione);
  • valutazione e sostegno delle capacità genitoriali.
  • assistenza alle donne e alle coppie che richiedono l’interruzione volontaria della gravidanza;
  • assistenza alle donne e alle coppie con problemi di sterilità (ambulatorio per la procreazione medicalmente assistita);
  • assistenza al singolo, alla coppia e alla famiglia sui temi riguardanti le relazioni familiari (separazione/divorzio);
  • assistenza alle donne per le problematiche legate alla menopausa;
  • consulenza nei percorsi di adozione e affido;
  • tutela delle famiglie immigrate con, su richiesta, la presenza della mediazione culturale.

Dove si trova?

San Daniele Via Carducci , 6  - San Daniele -
Tel. 0432 949453 - 0432 949454  - 0432  949455
Orari di apertura al pubblico
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Come si accede?

 Il Consultorio familiare è ad accesso diretto che non richiede l’impegnativa del medico di medicina generale. Per legge l’accesso dei minorenni non è vincolato dalla presenza né dall’autorizzazione dei genitori.

Si accede:

  • direttamente dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 oppure telefonando dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore13.00.
  • solo su appuntamento per gli accessi  pomeridiani.
torna suinizio pagina
 

Equipe Multidisciplinare Territoriale per l’età evolutiva / disabilità

Referente

Responsabile psicologo: Dr.ssa Inga Taboga

Cos’è?

L’Equipe multidisciplinare territoriale - è un gruppo multiprofessionale di operatori composto da neuropsichiatra infantile, psicologo, assistente sociale, terapista della riabilitazione logopedica e  neuropsicomotoria - ha compiti di progettazione, coordinamento, presa in carico dei casi ed elaborazione del progetto di vita delle persone con disabilità e/o handicap.

Cosa fa?

L’Equipe multidisciplinare territoriale, in collaborazione con la SOC Neuropsichiatria Infantile,  esercita funzioni di intervento e di tutela nell’area dell’handicap e dell’età evolutiva (dai 0 ai 18 anni) con particolare riguardo alla prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione, dei disordini dello sviluppo del bambino e dell’adolescente nelle sue varie linee di espressione (neuropsicomotoria, linguistica, cognitiva, intellettiva e relazionale). In particolare garantisce:

  • valutazione, diagnosi ed intervento terapeutico-riabilitativo per minori con ritardo nelle principali tappe dello sviluppo infantile;
  • valutazione, diagnosi e riabilitazione dei disturbi del linguaggio e della comunicazione,  disturbi della funzione motoria e degli apprendimenti scolastici;
  • valutazione, diagnosi e interventi terapeutici per i disturbi della sfera affettivo-emozionale e del comportamento;
  • presa in carico del bambino/adolescente con limitazioni del funzionamento cognitivo, con disabilità psichiche, sensoriali, neuromotorie  e del comportamento adattivo;
  • strutturazione di progetti di vita individualizzati per la continuità della presa in carico del bambino, giovane e adulto in condizioni di disabilità;
  • attivazione delle Unità di valutazione distrettuali handicap/disabilità (UVDH), per la realizzazione o ridefinizione dei progetti di vita rivolti ai bisogni complessi presentati dai minori/adulti in condizione di disabilità;
  • valutazioni psicodiagnostiche di controllo, dello stato di aggravamento  per predisposizione documentazione clinica ai fini di accertamenti Commissione Invalidità/Handicap, L.68/99 e FAP( progetti per promozione dell’autonomia e vita indipendente).

L’Equipe lavora in stretto raccordo con i Servizi delegati per l’Handicap per l’elaborazione del progetto di vita delle persone con disabilità e/o handicap al fine di garantire la continuità degli interventi nell’età evolutiva e nell’età adulta.

Dove si trova?
A Coseano, Via del Guado, 44 – Coseano -
Tel. 0432 863511
Fax 0432 863533.

Come si accede?

  • direttamente dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 13.00 oppure telefonando dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30  alle ore13.00.
  • Per la prima visita specialistica sia dallo psicologo e che dal neuropsichiatra si accede con impegnativa del medico di famiglia o del Pediatra di Libera Scelta.

torna suinizio pagina
 

SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI DELL’AMBITO DISTRETTUALE

Referente

Responsabile del servizio sociale: dott.ssa Marzia Peresson
Responsabile del servizio amministrativo Unico dei Servizi Sociali delegati
Nadia Modolo

Cos’è?

L’attività del servizio sociale è rivolta a individui, famiglie e gruppi in situazioni problematiche di bisogno, e concorre:
  • a fornire informazioni sulla legislazione vigente relativa all’accesso a contributi, servizi sociali e sanitari presenti sul territorio e a supportare le persone nell’attivazione di tali servizi
  • alla rimozione delle cause del bisogno, infatti, ne ricerca la soluzione tramite un rapporto interrelazionale e l'uso delle risorse personali e sociali indirizzati a promuovere la piena e autonoma realizzazione delle persone;
  • a facilitare il rapporto cittadino - istituzioni;
  • a collegare il bisogno dei singoli al sistema dei servizi e viceversa contribuisce ai processi di modifica delle istituzioni prevalentemente considerate nell'ambito dei servizi sociali

Cosa fa?

L’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito distrettuale di San Daniele del Friuli ha delegato all’A.S.S. 4  la gestione, il coordinamento e lo sviluppo degli interventi, servizi ed attività del Servizio Sociale che comprendono:

  • servizio sociale professionale e segretariato sociale;
  • servizio di assistenza domiciliare e di inserimento sociale;
  • pronto intervento sociale per le situazioni di emergenza personali e familiari;
  • interventi di assistenza economica previsti dalla legislazione vigente;
  • le attività relative all’autorizzazione, vigilanza e accreditamento di cui agli articoli 31, 32 e 33 della legge regionale n. 6/2006;
  • le attività relative alla realizzazione dei progetti del Piano di Zona;
  • ogni altra funzione e servizio socio-assistenziale il cui esercizio è assegnato dalla normativa al Servizio Sociale dei Comuni;
  • la realizzazione e la gestione di interventi e servizi a favore dei portatori di handicap di cui all’art. 6, comma 1 lett. e), f), g), h) della L.R. n°41/96;
  • il Servizio di integrazione lavorativa (SIL) di cui alla L.R. n°18/2005;
  • servizio trasporto disabili.

Il Comune di San Daniele del Friuli ha inoltre conferito in delega all’Azienda la gestione dell’attività della Casa di Riposo per non autosufficienti sita nell’area ospedaliera di San Daniele del Friuli.

Dove si trova?
Presso la sede del Distretto Sanitario  Viale  Trento Trieste, 33  – Primo piano -
Segreteria del Responsabile del Servizio
Tel. 0432 949550.
Servizio amministrativo unico 
Tel. 0432 949562.

Come si articola

Area Adulti Anziani Disabili
Il cittadino può rivolgersi all’assistente sociale referente per il proprio Comune di Residenza durante l’orario di ricevimento al pubblico che viene garantito settimanalmente presso ogni Comune o presso le sedi periferiche del servizio secondo le modalità sotto riportate. Il Servizio Sociale è infatti articolato in tre sedi operative collocate a San Daniele, Buja e Fagagna dove gli assistenti sociali hanno la sede operativa e dove si accede in orario di apertura al pubblico o PREVIO appuntamento telefonico.

Zona  di Buja

Comune di competenza

Luogo di ricevimento

Orario di apertura

Recapiti

Buja

Centro territoriale di Buja, Via Vidiset, 45

Lunedì:10.00 - 12.00

Tel. 0432 968921
Segreteria
0432 968930

Treppo Grande

c/o Municipio,
Piazza Marconi, 3
Tel. 0432 960147

Martedì 10.30 –11.30

Ufficio di Buja
Tel. 0432 968917 – segreteria
0432  968930

Colloredo di Monte Albano

c/o Municipio,
Via Ippolito Nievo, 29
Tel.0432 889004

Mercoledì 10.30-11.30

Ufficio di Buja
Tel. 0432 968917 – segreteria
0432 968930

Majano

Centro Anziani,
Via Bertagnolli, 1

Martedì 09.00 – 11.30

Ufficio di Buja
Tel. 0432 968919 – segreteria
0432 968930

Zona  di San Daniele del Friuli

Comune di competenza

Luogo di ricevimento

Orario di apertura

Recapiti

San Daniele del Friuli

 

Centro Anziani
Via Cadorna,50
Tel. 0432 955618

Martedì 10.00 – 11.30

Ufficio di San Daniele,
Tel e segreteria  0432 949515

Distretto sanitario
Viale Trento Trieste, 33

Giovedì 09.30 – 11.30

Coseano

c/o Municipio
Largo Municipio, 124
Tel 0432 861074

Mercoledì 09.30 -10.30

Ufficio di San Daniele,
Tel 0432 949516 –
segreteria
0432 949515

Ragogna

c/o Municipio
Via XXV Aprile,
Tel.0432 957255

Giovedì 10.00 – 11.00

Forgaria nel Friuli

c/o Municipio
Piazza Tre Martiri, 4
Tel 0427 808042

Mercoledì 10.00 -11.00

 

Ufficio di San Daniele,
Tel. e segreteria
0432 949514

Flaibano

c/o Municipio
Piazza Monumento, 39
Tel 0432 862021

Martedì 09.30 – 10.30

Dignano

c/o Municipio
Via S. Gallo, 35
Tel 0432 944911

Giovedì 10.00 – 11.00

Zona di Fagagna

Comune di competenza

Luogo di ricevimento

Orario di apertura

Recapiti

Fagagna

Centro territoriale di Fagagna
Via Dei Colli, 66

Giovedì 9.00 – 10.30

Ufficio di Fagagna,
Tel. e segreteria. 0432 812340

Moruzzo

c/o Municipio
Via Centa, 11
Tel. 0432 672004

Martedì 11.00 – 12.00

Ufficio di Fagagna
Tel. 0432 812348
Segreteria
0432 812340

San Vito di Fagagna

c/o Municipio
Piazza Unità d'Italia, 3
Tel.. 0432 808024

Lunedì 11.00 – 12.00

Ufficio di Fagagna
Tel. 0432 812348
segreteria
0432 812340

Rive d’Arcano

c/o Municipio
Piazza I Maggio, 1
Tel. 0432 809703

Giovedì 10.00 – 11.00

Ufficio di Fagagna
Tel. 0432 812348
segreteria
0432 812340

Area Minori

L’equipe minori si occupa della presa in carico delle situazioni dei minori e delle famiglie multiproblematiche e del rapporto con gli Organi giudiziari. Le famiglie con minori possono rivolgersi all’assistente sociale referente per il proprio Comune di residenza PREVIO appuntamento telefonico.

Comune di competenza

Luogo di ricevimento

Recapiti

Buja, Forgaria, Majano, Treppo Grande

Centro territoriale di Buja, Via Vidiset, 45

Tel e segreteria
0432 968916

Dignano, Flaibano, Ragogna,
San Daniele del Friuli

Distretto sanitario
Viale Trento Trieste, 33

Tel e segreteria
0432 968913

Colloredo di M.A., Coseano, Fagagna, Moruzzo, Rive d’Arcano,
San Vito di Fagagna

Distretto sanitario
Viale Trento Trieste, 33

Tel 0432 949523
Segreteria
 0432 949513

 

 

torna suinizio pagina
 

Servizio Inserimento Lavorativo (SIL)

Cos’è?

Il SIL è un servizio pubblico specialistico istituito dalla Regione per promuovere  l’inclusione  sociale e l’integrazione lavorativa a favore delle persone con disabilità psichiche, sensoriali, psicofisiche  ad alta valenza di complessità.

Cosa fa?

  • Accoglienza delle necessità degli adulti in condizione di disabilità e delle loro famiglie durante le diverse fasi della presa in carico e del ciclo di vita;
  • orientamento e supporto nel percorso di integrazione lavorativa;
  • raccordo e consulenza psicologica  per gli utenti del Centro Socio Riabilitativo Educativo (CSRE) Atelier, il Centro Mantenimento Adulti (CMA) di Fagagna e qualsiasi altra istituzione frequentata dalla persona disabile;
  • consulenze psicologiche a singole famiglie ed interventi psicoterapici anche individuali ai familiari dei disabili;
  • partecipazione e condivisione del progetto di vita assieme alla persona disabile ed alla sua famiglia (UVDH, L.68/99 e FAP).

Dove si trova?

Presso la sede del Distretto Sanitario  Viale  Trento Trieste, 33 -piano terra - 
Tel. 0432 949367 (anche segreteria telefonica).
Orari apertura la pubblico
Lunedì dalle ore  10.00 alle ore 13.00 e dalle ore  14.00 alle ore 17.00;
Mercoledì, giovedì e venerdì: dalle ore 10.00 alle ore 13.00.

Come si accede?

Si accede, previo appuntamento, contattando telefonicamente o presentandosi di persona negli orari di apertura del servizio.

torna suinizio pagina
 
 

SPECIALISTICA AMBULATORIALE

Specialistica ambulatoriale

Cos’è?

La specialistica ambulatoriale comprende  le visite, le prestazioni specialistiche, di diagnostica strumentale e di laboratorio previste dalla normativa vigente.

Cosa fa?

L’attività ambulatoriale viene svolta  presso la Piastra Ambulatoriale   ubicata nell’Ospedale  di San Daniele, in collaborazione con i medici specialisti ospedalieri, mentre l’attività svolta a domicilio è riservata a quelle persone che a causa delle gravi condizioni di disabilità si trovano in situazioni di intrasportabilità.

Dove si trova?

La piastra ambulatoriale è ubicata nell’Ospedale  di San Daniele –Piano Terra-
Viale Trento Trieste, 33 – San Daniele -

Come si accede?

La prenotazione delle visite e degli esami può essere effettuata tramite:

La prescrizione su impegnativa non è necessaria per le visite specialistiche di: oculistica (limitatamente alle prestazioni optometriche), odontoiatria, ostetricia e ginecologia, pediatria (limitatamente agli assistiti che non hanno effettuato la scelta del pediatra di libera scelta), psichiatria.

II ritiro dei referti può essere effettuato presso lo sportello CUP, negli orari di apertura del servizio, direttamente dalla persona interessata oppure o da altra persona delegata con apposito modulo.

torna suinizio pagina
 

MEDICINA di BASE e CONTINUITA’ ASSISTENZIALE 

Cos’è?

L’assistenza medica di base comprende le attività e le prestazioni di educazione sanitaria, di medicina preventiva individuale, di diagnosi, di cura e riabilitazione di primo livello e di pronto intervento.

L’assistenza sanitaria di base è assicurata dal:

  1. medico di medicina generale (MMG)
  2. pediatra di libera scelta (PLS)
  3. medico del servizio di continuità assistenziale (guardia medica)

Cosa fa?

Tutte le persone iscritte negli elenchi degli assistibili dell'Azienda per i Servizi Sanitari che abbiano effettuato la scelta preventiva di un medico, hanno diritto all'assistenza gratuita prestata dal medico di medicina generale (MMG) o dal medico specialista pediatra di libera scelta (PLS) per i minori d'età inferiore ai 14 anni.

torna suinizio pagina
 

Medico di medicina generale (MMG) e Pediatra di libera scelta (PLS)

Chi è?

Il medico di medicina generale (MMG) e il pediatra di libera scelta (PLS) sono coloro ai quali il cittadino si rivolge per i problemi inerenti la propria salute. In particolare il pediatra di libera scelta è il medico specialista in pediatria che assiste i bambini da 0 a 14 anni..

Cosa fa?

Il medico di medicina generale (MMG) e il pediatra di libera scelta (PLS) assicurano le seguenti prestazioni:

  • visita medica ambulatoriale e domiciliare;
  • prescrizione di farmaci, richieste di visite specialistiche e di accertamenti diagnostici;
  • proposte di ricovero ospedaliero;
  • proposte di cure domiciliari alternative al ricovero;
  • rilascio di certificati medici previsti dagli Accordi nazionali.

I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta partecipano, inoltre, a campagne programmate di educazione sanitaria (ad es. educazione alimentare), di prevenzione primaria (ad es. vaccinazioni e screening oncologici) e di prevenzione secondaria (ad es. diagnosi precoce di alcuni tumori).

L’attività del medico di medicina generale e del pediatra di libera scelta si svolge dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 e prevede un orario minimo di apertura dello studio variabile a seconda del numero di assistiti in carico al medico, nella giornata del sabato il medico non è tenuto a svolgere attività ambulatoriale, ma è obbligato ad eseguire le visite domiciliari richieste entro le ore 10.00 e quelle eventualmente non ancora effettuate, richieste dopo le ore 10.00 del giorno precedente. 

Nei giorni prefestivi, valgono le stesse regole previste per il sabato, con l’obbligo di effettuare l’attività ambulatoriale per i medici che in quel giorno la svolgono ordinariamente al mattino.

Dove si trovano?

I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta svolgono normalmente la loro attività professionale presso uno o più ambulatori ubicati nel territorio di competenza.
Le sedi, gli indirizzi, gli orari e i recapiti telefonici si possono consultare in questo sito alla voce: il mio medico.

Come si accede?

Il medico di medicina generale e il pediatra ricevono nel proprio studio medico su prenotazione o ad accesso diretto.

La scelta del medico di medicina generale e del pediatra di libera scelta si effettua presso l’ufficio anagrafe sanitaria del distretto, previa consultazione dell’elenco dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta convenzionati con l’Azienda sanitaria.
torna suinizio pagina
 

Servizio di continuità assistenziale (guardia medica)

Cos’è?

Il servizio di continuità assistenziale (guardia medica) assicura l’assistenza medica territoriale negli orari non coperti dal medico di medicina generale e dai pediatri di libera scelta, e cioè dal lunedì al venerdì dalle 20.00 alle 08.00, dalle 10.00 del sabato alle 08,00 del lunedì e dalle 10.00 dei giorni prefestivi alle 8.00 del primo giorno feriale successivo.

Cosa fa?

Il medico del servizio di continuità assistenziale assicura le prestazioni sanitarie non differibili, in relazione all’intervento per il quale è stato chiamato, dopo valutazione o visita medica, può:

  • prescrivere farmaci per terapia non differibile o per coprire un ciclo di terapia non superiore a 48/72 ore;
  • proporre il ricovero ospedaliero;
  • rilasciare al lavoratore certificati di malattia, per un periodo massimo di tre giorni;
  • rilasciare la certificazione per la riammissione al lavoro degli alimentaristi laddove prevista.

Il servizio di continuità assistenziale è gratuito per i residenti di qualsiasi fascia di età.

Dove si trova?

Presso il centro residenziale per anziani Via Cadorna, 44 – San Daniele –
Tel.  0432 941773 - Cellulare 3292312134
Per i Comuni di:  Coseano, Dignano, Flaibano, Forgaria, Ragogna, Rive d'Arcano, San Daniele, San Vito di Fagagna.

Presso il centro anziani Via Vidiset, 2 - Ursinis Piccolo - Buia –
Tel. 0432 960802 - Cellulare 3292312121
Per i Comuni di: Buja , Colloredo di Montalbano, Fagagna, Majano, Moruzzo, Treppo Grande.

Come si accede?  

Per via telefonica o per accesso diretto presso le sedi del servizio negli orari di apertura del  servizio.

torna suinizio pagina
 

SERVIZI AMMINISTRATIVI

Centro Unico di Prenotazione (CUP)

Cos’è?

Il Centro Unico di Prenotazione (CUP) è parte integrante del sistema aziendale ed interaziendale di prenotazione visite ed esami specialistici.

Cosa fa?

Presso lo sportello CUP, situato all’interno del Presidio ospedaliero di San Daniele, è possibile prenotare prestazioni sanitarie, pagare il ticket e ritirare referti.
Presso il CUP è inoltre possibile prenotare prestazioni sanitarie in regime libero professionale (a pagamento).

Dove si trova?

Presso la piastra ambulatoriale dell’Ospedale  di San Daniele Viale Trento Trieste, 33 – San Daniele –
Orari di Apertura al pubblico

Come si accede?  

Direttamenterecandosi allo sportello CUP  negli orari di apertura del servizio.
La prenotazione di visite ed esami può essere eseguita anche telefonicamente contattando il numero  ad addebito ripartito 848448884 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 07.30 alle ore 18.00 e il sabato dalle ore 08.00 alle ore 12.00 

torna suinizio pagina
 

Ufficio Anagrafe sanitaria

Referente

Referenti:  Daniela Bortoluzzi – Antonietta Bisso.

Cosa fa?

E’ un ufficio aperto ai cittadini residenti e non residenti (italiani e stranieri), che garantisce le seguenti prestazioni:

  • iscrizione al servizio sanitario nazionale e rilascio della tessera sanitaria;
  • scelta del medico di medicina generale e del pediatra di libera scelta;
  • attivazione della Carta Regionale dei Servizi;
  • assistenza sanitaria all’estero;
  • esenzioni ticket ( per patologia, invalidità, malattie rare);
  • rilascio di autorizzazione per prodotti destinati ad una alimentazione particolare.

Dove si trova?

Presso il Distretto Sanitario di San Daniele del Friuli
Orari di apertura al pubblico

Come si accede?  

Direttamente recandosi agli sportelli Anagrafe Sanitaria del Distretto Sanitario di San Daniele negli orari di apertura del servizio.

torna suinizio pagina
 

Ufficio Assistenza protesica

Referente:

Referenti: Enrica Dreosto – Claudia Zanutto.

Cos'è?

E’ un servizio del distretto che rilascia agli invalidi civili, di guerra e per cause di servizio, invalidi minori (a fronte di una invalidità permanente), cittadini in particolari situazioni (es. non autosufficienti in attesa del riconoscimento di invalidità civile), autorizzazioni per la fornitura gratuita di ausili e protesi.

Cosa fa?

Il servizio autorizza la fornitura di:

  • ausili (es. deambulatori, carrozzelle, letti ortopedici, materassi antidecubito, pannoloni, traverse per il letto, cateteri e sacche);
  • protesi, ovvero apparecchi che sostituiscono parti del corpo mancanti o non funzionanti (es. arti artificiali, protesi acustiche, mammarie);
  • ortesi,  cioè le macchine che applicate al corpo, suppliscono a una funzione mancante o insufficiente (es. busti ortopedici, scarpe ortopediche, corsetti); correlati all’infermità invalidante riconosciuta.

Dove si trova?

Orari di apertura al pubblico

Come si accede?  

Per ricevere i presidi è necessario presentare una prescrizione medica di un medico specialista del Servizio Sanitario Nazionale competente per la tipologia di menomazione o disabilità che individua e prescrive il dispositivo protesico più idoneo al caso. La prescrizione deve essere presentata all’ufficio assistenza protesica (accompagnata dalla tessera sanitaria dell’avente diritto ed eventuale altra documentazione attestante il grado di invalidità o di richiesta di accertamento) per ottenere l’autorizzazione.

Per informazioni:
URP
Via  Pozzuolo,330 Udine
Tel. 0432 806051
dal lunedì al giovedì dalle ore 08.30 alle 17.00
venerdì dalle 08.30 alle 15.00.
Email: urp@mediofriuli.it

 

[ S.O.S. Comunicazione interna esterna Marketing  URP 0432 806051 - novembre 2013]

torna suinizio pagina